Procuratore Roma, Csm riparte da zero

Revocata la proposta precedente dopo ombre caso Palamara

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Il Csm riparte da zero sulla nomina del procuratore di Roma. La V Commissione del Csm nella seduta di oggi ha revocato le tre proposte per l'incarico di Procuratore della Repubblica di Roma, formulate dalla Commissione lo scorso 23 maggio. Proposte su cui si erano addensate ombre, dopo che era esploso il caso dell'ex consigliere del Csm Luca Palamara, finito sotto inchiesta a Perugia per corruzione. L'istruttoria della pratica riprenderà la prossima settimana, come comunica in una nota il presidente della Commissione Mario Suriano. Agli inizi della prossima settimana la Commissione comincerà la trattazione della pratica. E per prima cosa deciderà se procedere all'audizione di tutti i candidati. Una possibilità che sembra molto concreta, considerato che già prima della precedente delibera, oggi annullata, il vice presidente David Ermini, aveva sollecitato le audizioni, facendosi portavoce di un auspicio espresso dal capo dello Stato, che presiede il Csm.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma