(ANSA) - ROMA, 14 SET - Entravano nei negozi con il volto coperto da caschi e armati di coltello e pistola, si impossessavano di tutto il denaro disponibile e poi fuggivano a bordo scooter rubati. Ma la banda di rapinatori è stata sgominata dai carabinieri al termine di un'indagine coordinata dal Gruppo reati gravi contro il patrimonio e gli stupefacenti della Procura di Roma, diretto dal procuratore aggiunto Lucia Lotti. I carabinieri della Compagnia di Ostia hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto nei confronti di 4 persone considerate responsabili, a vario titolo, di rapina a mano armata e ricettazione.
    L'operazione ha permesso di accertare che i 4, tutti originari e residenti nella Capitale, 3 dei quali già gravati da precedenti, sono responsabili di almeno 6 rapine a mano armata, commesse dal mese di luglio, nella zona del X Municipio.
    Attraverso l'attenta analisi delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza e dei tabulati telefonici della zona, gli investigatori hanno ricostruito che le rapine non fossero scollegate fra di loro, ma riconducibili a una stessa banda. Durante le perquisizioni è stata trovata anche una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, ritenuta compatibile con l'arma utilizzata dai rapinatori.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma