Terremoto: Casellati, dovere ricostruire

Onoriamo i morti ricostruendo gli antichi borghi

(ANSA) - ROMA, 24 AGO - "Il 24 agosto 2016 il terremoto ha devastato il cuore dell'Italia compreso tra il Lazio, l'Abruzzo, l'Umbria e le Marche, cambiando per sempre il destino, l'aspetto e l'identità geografica di piccoli comuni come Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto. Un dramma che ha colpito tutto il Paese e che oggi abbiamo il dovere di ricordare, rivolgendo un pensiero commosso alle 299 vittime e stringendo in un abbraccio ideale i loro familiari". Lo ha detto il Presidente del Senato Elisabetta Casellati. "A tre anni da quella tragedia - ha proseguito - i territori colpiti mostrano ancora i segni lasciati dalla furia della natura e le comunità attendono che il piano di ricostruzione venga attuato in tutte le misure previste".
    "Impegnarsi a restituire prima possibile la dignità e la normalità alle famiglie e a riportare ai borghi l'antica bellezza non è solo un dovere istituzionale ma è anche il modo migliore per onorare il ricordo di chi ha perso la vita in quei giorni drammatici" ha concluso.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma