Disabile diffida Comune, "niente bus"

Giudici a Comune e Atac, "cessate condotta discriminatoria"

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Nel 2011 un giudice civile ordinò all'azienda di trasporto capitolina e al Comune di fare circolare solo vetture munite di pedana per l'accesso delle persone disabili; e quattro anni dopo un secondo giudice ordinò di consentire l'utilizzo dei servoscala a persone a ridotta mobilità non munite di propria sedia a rotelle per accedere alla metropolitana. A distanza di anni, nulla è cambiato e adesso Arianna, per tramite del suo avvocato Alfonso Amoroso, ha deciso di diffidare Roma Capitale e Atac a realizzare quanto prescritto dai giudici che nel 2017 intimarono all'azienda e al Campidoglio "di cessare al condotta discriminatoria". Arianna così spera di potere andare liberamente all'università; anche perché finora è stata sempre respinta la sua richiesta risarcitoria motivata con la necessità di spostarsi in taxi perché discriminata nell'utilizzo dei mezzi pubblici.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Muoversi a Roma