Malagò, stadio Roma? auguro si chiarisca

'Fa riflettere città senza Olimpiadi e con questa vicenda'

(ANSA) - ROMA, 20 MAR - "Penso, spero, mi auguro che non implichi un ulteriore rallentamento su un percorso già di per sé complesso ma che sembrava andasse verso la conclusione". Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, sugli sviluppi dell'inchiesta sullo stadio della Roma che ha visto l'arresto, tra gli altri, anche il presidente dell'Assemblea Capitolina Marcello De Vito. "Sono geneticamente e culturalmente un garantista -ha detto Malagò- mi auguro e spero che al più presto si possa chiarire la propria innocenza e non colpevolezza. Dico che è stato fatto un errore clamoroso a non portare avanti la candidatura di Roma alle Olimpiadi. Mi sembra che anche De Vito, come altri, lo abbia riconosciuto, gli avevo detto 'tenetevi una fessura aperta'. Fa abbastanza riflettere che a distanza di due anni ci ritroviamo con la possibilità di portare i Giochi a Milano e con questa vicenda qui a Roma che si commenta da sola.
    Fermo restando che sono tra coloro che sperano che tutto si risolva senza colpe e senza strumentalizzare".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma