Hermès, maison guarda a futuro pianeta

Vice presidente esecutivo Fournier, terra è prestito da ragazzi

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - ''Non abbiamo ereditato la terra dai nostri antenati, ma l'abbiamo in prestito dai nostri figli.
    Anche per questo è nata la Fondation Hermès. La nostra idea è restituire al mondo quel che il mondo ci da''. A raccontarlo, proprio nel giorno dello sciopero di migliaia di studenti per il clima, è Olivier Fournier, vice presidente esecutivo della maison parigina, nel corso dell'incontro con il regista Frédéric Laffont e il direttore generale della Fondazione Cologni dei Mestieri d'arte, alla mostra Hermès - Dietro le quinte, fino al 16/3 al Museo dell'Ara Pacis di Roma. Il lavoro della Fondazione, spiega, ''si basa su tre pilastri: spettacoli d'artista, trasmissione dei saperi artigianali e lotta in favore della biodiversità''. Ma l'impegno passa, ad esempio, anche attraverso i laboratori di riparazione che Hermès ha dislocato in tutto il mondo e dove la ''lotta all'obsolescenza programmata'' passa anche per la nuova luce che un artigiano sa regalare a una preziosissima borsa Kelly ereditata dalla mamma

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma