Confiscato patrimonio ex Banda Magliana

Immobili e opere arte per 25 milioni, c'è anche un'abitazione con vista sulla Fontana di Trevi

L’intero patrimonio di Ernesto Diotallevi, considerato dagli inquirenti e investigatori elemento di spicco della Banda della Magliana, è stato confiscato dalla Guardia di Finanza su disposizione della Corte d’Appello di Roma. Secondo quanto si apprende, la confisca riguarda immobili, opere d’arte, conti correnti e quote di società per circa 25 milioni.

C'è anche una splendida abitazione con vista su Fontana di Trevi nei beni confiscati. Oltre all'appartamento, che conta 14 vani e ha un valore di 4 milioni, gli uomini del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Gdf hanno confiscato depositi bancari, polizze a vita, quote societarie, capitale sociale e patrimonio aziendale di 8 società, operanti nel settore della compravendita di immobili, della costruzione di imbarcazioni, del commercio di energia elettrica, dei trasporti marittimi e delle holding. Tra queste anche una società liberiana titolare di una lussuosa villa sull'Isola di Cavallo in Corsica. In tutto sono 43 le unità immobiliari sequestrate tra Roma, Gradara, in provincia di Pesaro-Urbino e Olbia. Tra questi anche un complesso turistico composto da villette a schiera fronte mare ad Olbia.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma