Operazione antimafia Mof Fondi, arresti

Per gli arrestati aggravante metodo mafioso

(ANSA) - ROMA, 13 SET - Operazione antimafia dei carabinieri del comando provinciale di Latina al Mercato ortofrutticolo di Fondi (Mof), importante snodo commerciale del basso Lazio. Su disposizione della Dda di Roma sono state eseguite sei ordinanze di custodia cautelare tra le città di Fondi, Terracina e Mondragone, a carico dei componenti della famiglia D'Alterio che controllavano l'indotto del Mof anche grazie ai legami con clan camorristici campani. In carcere Giuseppe D'Alterio, Luigi D'Alterio e Armando D'Alterio. Agli arresti domiciliari Melissa D'Alterio, Anna D'Avia e Matteo Simoneschi. Altre due persone destinatarie delle misure cautelare sono attualmente ricercate.
    Gli indagati sono a vario titolo accusati di estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza, impiego di denaro di provenienza illecita, trasferimento fraudolento di valori, autoriciclaggio e intestazione fittizia di beni.Tutti reati commessi con l'aggravante del metodo mafioso.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma