Falsi operatori centri anziani, indagati

Nas Latina, per avere 'attestato rapido' pagavano 2.500 euro

(ANSA) - ROMA, 7 MAR - Per 2.500 euro fornivano un falso attestato con la qualifica di operatore socio-sanitario, con il quale gli acquirenti andavano poi a lavorare in strutture per anziani senza averne la competenza. Il Nas dei carabinieri di Latina ha smantellato un' organizzazione a delinquere composta da soggetti operanti nel campo della sicurezza e della formazione sui luoghi di lavoro: 103 in tutto le persone indagate. Grazie a strutture di cui erano titolari, realizzavano documenti falsi con i loghi della Regione Lombardia e della Provincia di Milano. Il gruppo reclutava persone interessate alla qualifica di operatore socio-sanitario e senza alcuna frequenza di corsi di formazione fittizi di mille ore rilasciavano gli attestati in cambio di somme tra i 1500 e i 2500 euro ciascuno. Oggi 96 perquisizioni con sequestri di falsi attestati nelle province di Roma, Latina, Frosinone, Viterbo e Chieti. I 103 indagati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, falso e sostituzione di persona.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma