Finanza confisca 23 mln beni ai Casalesi

Conti bancari e quote di società tra Lazio e Sardegna

(ANSA) - ROMA, 16 FEB - Il Gico della Guardia di Finanza di Roma ha confiscato su disposizione del Tribunale beni per 23 milioni appartenenti al clan camorristico dei Casalesi. Il provvedimento riguarda conti bancari e quote societarie nonché 8 immobili tra Lazio e Sardegna. La confisca rientra nell'indagine della Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Roma che portò, a luglio 2015 a ordinanze cautelari per esponenti della famiglia Iovine. Tra i destinatari Sergio e Sandro Guarnera dell'omonimo clan romano e Orial Kolaj, legato ad una frangia ultrà della Lazio. L'indagine fece emergere accordi per imporre ai commercianti della zona di Acilia (Roma) le slot machine. Una joint-venture criminale tra esponenti di vertice della criminalità organizzata campana (Gruppo Iovine), e noti personaggi di quella romana (Gruppo Guarnera), a loro volta in contatto con presunti appartenenti alla Banda della Magliana, tra cui Luciano Crialesi e Renato Santachiara.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma