Rugby: comitato Lazio Fir, ora è caos

Consiglieri contro presidente, 'noi fungiamo solo da spettatori'

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - Problemi in seno al comitato regionale laziale della Fir. Le società del Lazio e alcuni ormai ex consiglieri (Sessa, Tiburzi, Zileri e Ollei), si sono incontrati per spiegare le motivazioni delle loro recenti dimissioni, con l'automatica decadenza del Comitato Regionale presieduto da Antonio Luisi. Durante l'incontro è stata ribadita l'impossibilità di seguire il percorso cominciato un anno fa insieme agli altri consiglieri e al presidente. Durante l'incontro è stato ribadito che le dimissioni rappresentano un atto di denuncia all'impossibilità di lavorare in un comitato che dovrebbe essere libero, indipendente e propositivo al servizio del territorio,delle le società e degli appassionati e che viceversa viene delegittimato nelle proprie funzioni dal remissivo atteggiamento del presidente.Da quanto è emerso, i consiglieri sono stati ridotti a meri spettatori da un metodo di lavoro scelto dal presidente Luisi troppo spesso più attento alle direttive ricevute da altre sedi che alle esigenze del proprio territorio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma