In mostra Traiano, versione 'pop'

A Mercati omonimi un anno con optimus princeps che creò l'Europa

(ANSA) - ROMA, 28 NOV - Un ''uomo ordinario'' dalla ''vita eccezionale''. L'optimus princeps, che seppe ''riportare gioia tra i romani'', come scriveva Plinio il Giovane. Soprattutto il condottiero le cui conquiste ''erano legate non al concetto di sottomissione, ma di inclusione''. Traiano (53-117 d.C) superstar nella mostra, che fino al 16/9/2018 proprio ai Mercati che portano il suo nome, ne racconta ascesa poltica, gesta e lasciti con ''Traiano. Costruire l'Impero, creare l'Europa'', ideata da Claudio Parisi Presicce per i 1900 anni dalla morte.
    Un racconto 'pop', dicono gli organizzatori, con prestiti internazionali e inediti dai depositi, come gli stucchi dorati della villa di Arcinazzo Romano o, per la prima volta insieme dopo 400 anni, le due lastre del fregio con Amorini e grifoni dai Musei Vaticani e da Berlino. ''La lezione di Traiano e di quelli che costituirono l'Europa oggi l'abbiamo scordata - commenta il vicesindaco Luca Bergamo - Leggere la storia è fondamentale per capire il tempo in cui viviamo''

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma