'Denunciai abusi Spada, 10 anni incubo'

La ex preside: minacce Armando impunite,io e miei figli imputati

Dieci anni fa Armando Spada si presentò sotto casa di Lucia Salvati urlando e minacciando lei e i figli per spalleggiare i vicini che avevano compiuto abusi edilizi nella villetta accanto. All'epoca fuori dall'Infernetto, poco lontano da Ostia, pochi conoscevano gli Spada. Salvati, preside in pensione, 76 anni, gli ultimi 12 passati in buona parte a combattere l'arroganza della famiglia criminale sinti, tra "l'indifferenza se non la collusione - dice - delle istituzioni". Armando é cugino di Carmine e Roberto Spada: è stato condannato a 5 anni e 8 mesi, ma non per la vicenda Salvati. "Ci siamo mossi in un contesto condizionato da questo clan - dice Antonello De Pierro, figlio di Salvati, giornalista e attivista con l'Italia dei Diritti -. Ci hanno accusato di stalking, di minacce, di tutto. Un incubo giudiziario in sede penale e civile che ci è già costato decine di migliaia di euro". Salvati negli anni scorsi si è incatenata per protesta al Tribunale di Ostia, di fronte al Campidoglio e sotto l'agenzia Ansa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma