Atac, spot per lotta all'evasione

Realizzato da Sio, sarà trasmesso su bus e metro

(ANSA) - ROMA, 9 NOV - Anche lo spot di un fumettista per la lotta ai portoghesi. Lo annuncia Atac che sottolinea: "Prosegue l'impegno di Atac nella lotta all'evasione tariffaria, pratica incivile, dannosa per l'azienda e per la collettività, che deve farsi carico dei costi del trasporto anche per coloro che non pagano la tariffa. Per questa ragione, oltre potenziamento del settore dei controlli, l'azienda sta sviluppando diverse iniziative per promuovere il senso civico". "A marzo è stata lanciata la campagna 'Non farti riconoscere paga il biglietto', che ha visto l'attore Francesco Pannofino protagonista di uno spot, trasmesso su bus e metro - si legge sul sito aziendale -.
    Adesso l'iniziativa, prodotta in co-marketing e quindi senza costi per Atac, si arricchisce del contributo di un altro artista, SIO, noto fumettista e youtuber, che con uno spot realizzato in collaborazione con ARF, Festival del fumetto, ci spiega le tre ragioni TOP per cui non pagare il biglietto è 'butto, antipatico e brutto".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma