Salvini, ruspe per campo Castel Romano

L'obiettivo è comune, lo voglio io e lo vogliono loro

(ANSA) - ROMA, 18 OTT - "Una vergogna che va rasa al suolo.
    Decine di milioni di euro spesi male per quella che doveva essere una situazione provvisoria ed invece è così da anni".
    Così il leader della Lega Matteo Salvini al termine di un blitz al campo nomadi di Castel Romano, un insediamento dove vivono 1300 persone tra i quali circa 600 bambini. "Scabbia, lebbra, rogna e leptospirosi - aggiunge - e 500/600 bambini che dovrebbero essere a scuola e invece vivono in condizioni igieniche allarmanti. L'obiettivo è comune, una ruspa per abbattere quella che è una vergogna. Lo voglio io e lo vogliono loro". "Ho chiesto se sono disponibili a pagare un affitto, la luce, il gas e l'acqua come tutti gli altri cittadini italiani e loro hanno risposto di sì". "Spero che in Comune qualcuno si svegli - prosegue Salvini - è una condizione incredibile per chi ci vive dentro e per chi ci vive accanto. Mi domando dove sia il Tribunale dei minori a cui immediatamente mi rivolgerò".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma