Turista belga denuncia tentato stupro a Roma

La scorsa notte sulla scalinata del Campidoglio

Si erano conosciuti in un pub, poi avevano deciso di fare un giro in centro, per visitare Roma di notte. Una volta arrivati sulla scalinata dell'Ara Coeli, accanto al Campidoglio, lui ha provato a violentarla. E' il racconto di una turista belga fatto agli agenti della polizia municipale che hanno fermato un israeliano di 26 anni. L'ennesimo caso di tentato stupro scuote la Capitale, ad appena due giorni dagli abusi subiti da un'altra turista, una 20enne finlandese, da parte di un bengalese, poi arrestato con l'accusa di violenza sessuale e rapina.

La scorsa notte, intorno alle 4:30, gli agenti della Polizia Locale, in servizio in piazza del Campidoglio, sono stati attratti dalle urla di una ragazza. Accorsi immediatamente ai piedi della scalinata della basilica dell'Ara Coeli hanno trovato la giovane che urlava frasi imprecisate nei confronti dell'uomo che le stava accanto. I due sono così stati accompagnati negli uffici della Polizia Locale all'interno del Campidoglio e successivamente al comando generale per l'identificazione e l'acquisizione di tutti gli elementi per far luce sull'accaduto. Una volta negli uffici, assistita da un interprete, la donna ha accusato l'uomo di aver tentato violenza sessuale. Gli inquirenti hanno acquisito testimonianze da altre persone, amiche della ragazza, in vacanza con lei a Roma, insieme ad altri elementi, che sono finiti in un'informativa diretta all'Autorità Giudiziaria. Secondo le prime informazioni, l'uomo, un israeliano di 26 anni residente a Roma, e la donna, una turista 23enne proveniente dal Belgio, si erano conosciuti in una birreria del centro, un pub in via del Plebiscito .

"Roma respinge ogni forma di violenza sulle donne. Simili atti sono vili e inaccettabili", è il commento della sindaca Virginia Raggi, attaccata però dall'opposizione. "Che Roma fosse abbandonata e ormai terra di nessuno ce ne siamo accorti da tempo - denuncia Fabrizio Ghera, capogruppo di FdI-An in Assemblea Capitolina -, visti i recenti accadimenti tra aggressioni e rapine, episodi che dovrebbero mettere in guardia questa Amministrazione, che invece non muove un dito per mettere in sicurezza la città". Quello della scorsa notte è il terzo caso denunciato nella Capitale in meno di due settimane. Venerdì mattina, una turista statunitense ha denunciato un tentato stupro da parte di un ivoriano, mentre all'alba di sabato mattina l'abuso subito da una finlandese a due passi dalla stazione Termini, con l'arresto di un 22enne bengalese che l'aveva aggredita e rapinata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

ACLI
Muoversi a Roma