Vaccini: corteo 'no vax' a Roma, 'libertà di scelta'

Con magliette bianche e al grido 'libertà' il popolo 'no vax' è sceso in piazza a Roma contro il decreto che ha introdotto l'obbligo di 12 vaccinazioni per la frequenza scolastica

Con magliette bianche e al grido 'libertà' il popolo 'no vax' è sceso in piazza a Roma contro il decreto che ha introdotto l'obbligo di 12 vaccinazioni per la frequenza scolastica. La manifestazione nazionale è stata indetta dal Coordinamento nazionale per la libertà di scelta. Il corteo è partito da Bocca della Verità e sta sfilando per le strade del centro storico per poi ritornare al punto di partenza. A partecipare rappresentanti di associazioni, medici, avvocati, genitori, ragazzi e anche bambini in carrozzina. I manifestanti sono arrivati con pullman da tutta Italia come Lorenzo, partito da Rimini con moglie e figli. "Ho deciso di essere qui oggi per testimoniare che c'è una fetta di popolazione che nutre un forte dissenso contro il decreto - racconta Lorenzo, tra i rappresentanti di Comilva (Coordinamento del movimento italiano per la libertà delle vaccinazioni) - Ci hanno imposto di scegliere tra la salute e l'istruzione minacciandoci con delle multe salate se non dovessimo vaccinare i nostri figli. La palese incostituzionalità delle misure contenute nel decreto e l'assenza di situazioni contingenti di emergenza epidemiologica rendono inaccettabile la decisione adottata dal governo e fortemente voluta dal ministro della salute Beatrice Lorenzin".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma