Capodanno a Roma senza Concertone, botti vietati

Si punta a spettacoli e musica, forse sempre al Circo Massimo

   Saltato il Concertone tradizionale di Capodanno a Roma perché il vincitore del bando fatto dal Comune si sarebbe ritirato, il Campidoglio sta lavorando ad una soluzione alternativa per la notte del 31 dicembre: un nuovo evento per romani e turisti. Si sta pensando a spettacoli o musica, forse sempre al Circo Massimo, dalla mezzanotte in poi. L'obiettivo è ricollegare il 'popolo della notte' alla Festa di Roma: la giornata dell'1 gennaio 2017, lunga 18 ore, su cui ha puntato l'assessore alla Cultura e vicesindaco Luca Bergamo.
   
  Dalle 3.30 i ponti di Roma e il lungotevere diventeranno il palcoscenico di numerose performance artistiche per grandi e piccini. Ora la sfida è trovare in tempo l'alternativa per riempire il 'vuoto' lasciato dal bando per il Circo Massimo. Ad anticipare che il concertone al Circo Massimo sarebbe saltato è stato oggi Il Messaggero.

   La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un'ordinanza che prevede dal 29 dicembre e fino alle ore 24 del 1 gennaio il "divieto assoluto" di "usare materiale esplodente, utilizzare fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili artifici pirotecnici" e anche di "usare materiale esplodente anche 'declassificato' a meno di 200 metri dai centri abitati, dalle persone e dagli animali". Nell'ordinanza si considera che "sussiste l'urgente necessità di adottare misure idonee a garantire l'incolumità pubblica, la sicurezza urbana, la protezione degli animali e assicurare le necessarie attività di prevenzione attraverso la limitazione dell'uso dei botti e dei fuochi di artificio sul territorio comunale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma