Arresto studente Virgilio,ai domiciliari

Nel 2013 trovato con mezzo chilo hashish

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - E' stato convalidato l'arresto e disposti i domiciliari per lo studente del liceo Virgilio di Roma arrestato ieri dai carabinieri nel corso di un'operazione all'interno della scuola perché sorpreso mentre vendeva nel cortile dell'hashish a un suo compagno di scuola minorenne. Lo hanno deciso i giudici della II sezione collegiale del Tribunale di Roma nel corso dell'udienza per direttissima. Il processo è stato aggiornato al 13 aprile.
    Durante l'udienza il ragazzo, difeso dall'avvocato Alessandra Cacchiarelli, ha ammesso le sue responsabilità spiegando di essere entrato alle 10 a scuola perché, in qualità di rappresentante di istituto, aveva un incontro col dirigente scolastico. I giudici hanno negato la possibilità al ragazzo di potersi recare a scuola durante il periodo di detenzione così come sollecitato dall'avvocato difensore. Il ragazzo ha un precedente: nel 2013, non ancora maggiorenne, era stato trovato in possesso di mezzo chilo di hashish ed era stato "messo alla prova" dal tribunale dei minori.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Federica Proni

Massaggi e benessere: scopriamo "Nelle mie mani"

Questo centro di terapia olistica si è affermato nel cuore (e nei muscoli) dei romani.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma