Marino: stop Pd a mia lotta a illegalità

Ex sindaco: 'Io ho voluto collaborazione con l'Anac di Cantone'

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - "Ho letto con grande attenzione i resoconti giornalistici sull'ispezione condotta da Raffaele Cantone sugli appalti del Comune di Roma. Un'indagine che si aggiunge a quella sui conti che avevo richiesto e ottenuto e che impegnò per sei mesi la Guardia di Finanza in Campidoglio.
    Rivendico con orgoglio di essere stato io a volere questa collaborazione, anche firmando nel luglio del 2015 con lo stesso Direttore dell'Anac il primo Protocollo di Vigilanza Collaborativa fra Comune di Roma e Anac". Così su Facebook l'ex sindaco di Roma Ignazio Marino. "Quella fotografata da Cantone è una realtà fortemente radicata, fatta di sistematiche violazioni che la mia Giunta ha combattuto, sia grazie all'Anac, sia all'impegno degli assessori - ha scritto ancora Marino -. Una lotta titanica che ha provocato la reazione degli ambienti romani che vivono sull'illegalità e interrotta con la decisione del PD di determinare la caduta del sindaco con le dimissioni di massa dal notaio dei consiglieri del Pd e della destra".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Antonio Di Giovanni - Di Giovanni Parquet

Dalla Di Giovanni parquet il legno come amico

Il calore per la tua casa, l’eleganza per il tuo ufficio, la praticità per la tua azienda. Da 51 anni con esperienza e competenza nel mondo del parquet.



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma