Corte Conti:pg, 2015 annus terribilis

Da Metro C a Mafia Capitale, dall'Atac all'Ama fino a Eur spa

(ANSA) - ROMA, 4 MAR - Per il procuratore generale del Lazio della Corte dei Conti il 2015 è stato "un annus terribilis". "Ci siamo posti in prima linea nelle istruttorie su Mafia Capitale - ha aggiunto De Dominicis - e in più su inchieste a difesa dei beni ambientali e culturali e l'effetto è che nel 2015 sono state avviate circa 2400 vertenze e altre sono state portate a conclusione con la chiamata a rispondere di amministratori e funzionari pubblici o infedeli o incapaci". Il procuratore De Dominicis ha poi ricordato alcuni tra i più significativi atti di citazione dell'anno trascorso:"l'affaire Metro C; il puzzle Atac; le ombre sui derivati del Tesoro; il default Alitalia". E poi, ha segnalato anche alcune istruttorie iniziate nel 2015: " l'inchiesta sulle tangenti Anas; gli anomali rapporti tra Ama e Mafia Capitale, nonché tra Eur spa e Mafia Capitale; le anomale gestioni di Ama; la locazione di immobili di pregio a prezzi irrisori".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma