Ucciso dopo lite strada,condanna 9 anni

Assolto da rissa aggravata, concessa riduzione per abbreviato

(ANSA) - ROMA, 03 MAR - Condanna ridotta in appello per Luciano Coppi, la guardia giurata che fu l'autore materiale dell'omicidio di Maurizio Alletto, il 31enne ucciso dopo una lite per viabilità nel giugno 2013 nel quartiere romano di San Basilio. Condannato in primo grado a 14 anni e 2 mesi di reclusione per rissa aggravata e omicidio, Coppi si è visti inflitti in appello 9 anni e 4 mesi di reclusione. La I Corte d'assise d'appello di Roma, presieduta da Giancarlo De Cataldo, ha motivato la riduzione con l'assoluzione dell'imputato dall'accusa di rissa aggravata, e con la concessione della diminuzione prevista per il rito abbreviato non accordata in primo grado. I giudici d'appello hanno poi assolto dall'accusa di rissa aggravata altre due persone: Moreno Coppi, figlio di Luciano (in primo grado condannato a 8 mesi di reclusione), e Lorenzo Izzi (in primo grado condannato a sei mesi).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma