Anziana uccisa, dopo 3 anni un arresto

Incastrato da dna, la soffocò con cuscino. Ammazzata per soldi

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Risolto a Roma il caso dell'omicidio di Liliana Conti, l'ultrasettantenne uccisa nel luglio 2013 nella camera da letto del suo appartamento di via Raffaele Fabretti, nel quartiere Bravetta. La sezione omicidi della squadra mobile ha arrestato Antonio Baldassarre, 55 anni, compagno di una delle figlie della vittima. Ad incastrare l'uomo il dna prelevato da frammenti delle unghie dell'anziana e risultato, dopo la comparazione con quello del sospettato, totalmente identico. La donna fu soffocata con un cuscino. Da qui la richiesta di arresto, per omicidio, fatta dal pm Roberto Felici, titolare dell'inchiesta, e accolta dal gip Ezio Damizia.
    Secondo l'accusa il movente dell'omicidio sarebbe di natura economica. Liliana Conti era una donna benestante e manteneva le due figlie. I sospetti degli investigatori si incentrarono su Baldassarre poiché era uno dei pochissimi ad avere accesso nell'abitazione di Liliana Conti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Maurizio Serra Udito Farm

Udito Farm, ecco i migliori apparecchi acustici per vincere la sordità

Prevenire e scegliere dispositivi personalizzati: queste le chiavi per proteggere le nostre orecchie. A Roma un team di specialisti - coordinati dall'esperto audioprotesista Maurizio Serra - vi accompagnerà passo dopo passo.


Taffo Onoranze Funebri

«I funerali non sono tutti uguali», parola di Taffo

Una serie di servizi esclusivi: dalla consulenza legale, alla rateizzazione del rito funebre. A Roma, da Taffo, il cliente viene accolto con grande sensibilità. L'ultima frontiera del funeral service? La diamantificazione delle ceneri.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Muoversi a Roma