Anziana uccisa, dopo 3 anni un arresto

Incastrato da dna, la soffocò con cuscino. Ammazzata per soldi

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Risolto a Roma il caso dell'omicidio di Liliana Conti, l'ultrasettantenne uccisa nel luglio 2013 nella camera da letto del suo appartamento di via Raffaele Fabretti, nel quartiere Bravetta. La sezione omicidi della squadra mobile ha arrestato Antonio Baldassarre, 55 anni, compagno di una delle figlie della vittima. Ad incastrare l'uomo il dna prelevato da frammenti delle unghie dell'anziana e risultato, dopo la comparazione con quello del sospettato, totalmente identico. La donna fu soffocata con un cuscino. Da qui la richiesta di arresto, per omicidio, fatta dal pm Roberto Felici, titolare dell'inchiesta, e accolta dal gip Ezio Damizia.
    Secondo l'accusa il movente dell'omicidio sarebbe di natura economica. Liliana Conti era una donna benestante e manteneva le due figlie. I sospetti degli investigatori si incentrarono su Baldassarre poiché era uno dei pochissimi ad avere accesso nell'abitazione di Liliana Conti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma