Piante marijuana,archiviata Bernardini

"Per dimensione modeste assenza principio attivo"

(ANSA) - ROMA, 22 FEB - Archiviata l'8 febbraio scorso l'inchiesta della Procura di Roma che vedeva Rita Bernardini indagata per produzione di sostanze stupefacenti. La notizia è anticipata oggi da Il Tempo. Secondo il gip Stefano Meschini, che ha accolto la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura, le 56 piantine di marijuana che la segretaria dei Radicali Italiani coltivava sul suo terrazzo erano "troppo piccole e tenute in condizioni climatiche sfavorevoli per produrre quantità di principio attivo tale da superare la soglia dell'offensività". La piccola piantagione di marijuana fu sequestrata nel maggio scorso dalla polizia e la Bernardini fu poi iscritta nel registro degli indagati. L'esponente radicale aveva pubblicato sui social network una sorta di diario dell'andamento della crescita delle piantine. Un gesto per aprire un dibattito sulla legalizzazione. Oggi dice: "la mia archiviazione è uno schiaffo a chi viene arrestato".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma