La Via Crucis di Botero

Da domani a Palazzo delle Esposizioni 63 opere da Museo Medellin

(ANSA) ROMA 12 FEB - Il grande Cristo verde che sovrasta gli alberi di Central Park con i grattacieli di Manhattan sullo sfondo, la Veronica in lacrime con l'abitino rosso svolazzante, Gesù imprigionato da un aguzzino in divisa militare: è la Via Crucis, pagana e sociale, di Fernando Botero, in mostra a Palazzo delle Esposizioni da domani all'1 maggio. Nelle tele monumentali come nei disegni preparatori, la Passione di Cristo si trasforma, tra antica iconografia e suggestioni moderne, nel dramma contemporaneo di un'umanità ovunque vessata dal potere e dove il pathos scaturisce dall'armonia tra il tema religioso, le forme over-size, cifra dell'artista colombiano, e una tavolozza ispirata ai maestri italiani del '400. Le 63 opere del ciclo (di cui 27 dipinti) sono state realizzate negli ultimi anni da Botero, che, per il suo ottantesimo compleanno, le ha donate al Museo di Antioquia di Medellin, a condizione però che fossero esposte in tutto il mondo. ma un militare in una divisa che rimanda alle dittature latinoamericane.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Maurizio Serra Udito Farm

Udito Farm, ecco i migliori apparecchi acustici per vincere la sordità

Prevenire e scegliere dispositivi personalizzati: queste le chiavi per proteggere le nostre orecchie. A Roma un team di specialisti - coordinati dall'esperto audioprotesista Maurizio Serra - vi accompagnerà passo dopo passo.


Taffo Onoranze Funebri

«I funerali non sono tutti uguali», parola di Taffo

Una serie di servizi esclusivi: dalla consulenza legale, alla rateizzazione del rito funebre. A Roma, da Taffo, il cliente viene accolto con grande sensibilità. L'ultima frontiera del funeral service? La diamantificazione delle ceneri.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma