Rogo in oleodotto vicino a Roma

Causato da un tentativo di furto con perforazione

(ANSA) - FIUMICINO, 6 FEB - Ci sono volute circa tre ore per domare e mettere in sicurezza l'incendio che, nella tarda serata di ieri, ha colpito un punto dell'oleodotto dell'Eni che attraversa la zona di Maccarese, borgo vicino Fiumicino. Si è trattato di un cosiddetto "dardo di fuoco" che si è sviluppato in altezza per diversi metri, fino a 6/7. Le fiamme, circoscritte all'area della falla, non si sono propagate alla campagna circostante. L'allarme era stato dato intorno alle 21:10 da automobilisti che transitavano sulla vicina autostrada Roma-Civitavecchia. L'A12, conclusa la messa in sicurezza, è stata poi riaperta al transito, in entrambe le direzioni, dopo la chiusura che ha interessato il tratto tra l'allaccio con la Roma-Fiumicino e il punto limitrofo all'incendio, all'altezza del chilometro 11. A causare l'incendio sarebbe stato un tentativo di furto con perforazione della condotta che da Pantano porta il carburante fino all'area aeroportuale. A quanto si è appreso non ci sono stati sversamenti di carburante.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Antonio Di Giovanni - Di Giovanni Parquet

Dalla Di Giovanni parquet il legno come amico

Il calore per la tua casa, l’eleganza per il tuo ufficio, la praticità per la tua azienda. Da 51 anni con esperienza e competenza nel mondo del parquet.



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma