Gramazio, nè asservito nè corrotto

"Mai preso un euro illecito. Assunzioni? Erano 5 disoccupati"

(ANSA) - ROMA, 1 FEB - "Nessun asservimento, nessuna corruzione, solo un consigliere che ha fatto il suo lavoro". Con queste parole Luca Gramazio, ex consigliere in Campidoglio e poi alla Regione Lazio, ha rivendicato la propria innocenza al processo Mafia Capitale in cui è imputato insieme con altre 45 persone. Gramazio, accusato di aver ricevuto circa 98 mila euro ed altre utilità dall'organizzazione capeggiata da Massimo Carminati, ha preso la parola in sede di dichiarazioni spontanee. "Non ho mai ricevuto un solo euro illecito da quando faccio politica", ha precisato. Quanto all'accusa di utilità ricevute attraverso l'assunzione di persone da lui segnalate, Gramazio ha sottolineato: "erano 5-6 disoccupati e sono stati mandate anche a casa dopo pochi mesi".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma