Scontro metro, 5 anni a macchinista

Assolti tre ex dirigenti della Metropolitana

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - Per l'incidente della metropolitana di Roma che il 17 ottobre del 2006, all'altezza della fermata Vittorio Emanuele, causo' la morte di un donna e il ferimento di 452 persone, la prima sezione del tribunale di Roma ha condannato oggi il macchinista Angelo Tomei a cinque anni di reclusione. Omicidio colposo, disastro ferroviario e lesioni gravissime i reati contestati. Assolti, per non aver commesso il fatto, tre dirigenti, all'epoca dei fatti, della Metropolitana: Gennaro Antonio Maranzano, responsabile dell'area esercizio e produzione, Roberto Gasbarra, responsabile del coordinamento del movimento metropolitane, e Ernesto De Santis, capo servizio Metro A.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Alternatyva

AlternatYva, con internet gratuito le scuole viaggiano veloci

Con il progetto Torrino-Mezzocammino e “Internet nelle scuole” di AlternatYva, provider di servizi wireless, il primo istituto scolastico del quartiere Torrino Mezzocammino di Roma usufruirà gratuitamente della banda larga.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma