Scontro metro, 5 anni a macchinista

Assolti tre ex dirigenti della Metropolitana

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - Per l'incidente della metropolitana di Roma che il 17 ottobre del 2006, all'altezza della fermata Vittorio Emanuele, causo' la morte di un donna e il ferimento di 452 persone, la prima sezione del tribunale di Roma ha condannato oggi il macchinista Angelo Tomei a cinque anni di reclusione. Omicidio colposo, disastro ferroviario e lesioni gravissime i reati contestati. Assolti, per non aver commesso il fatto, tre dirigenti, all'epoca dei fatti, della Metropolitana: Gennaro Antonio Maranzano, responsabile dell'area esercizio e produzione, Roberto Gasbarra, responsabile del coordinamento del movimento metropolitane, e Ernesto De Santis, capo servizio Metro A.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Maurizio Serra Udito Farm

Udito Farm, ecco i migliori apparecchi acustici per vincere la sordità

Prevenire e scegliere dispositivi personalizzati: queste le chiavi per proteggere le nostre orecchie. A Roma un team di specialisti - coordinati dall'esperto audioprotesista Maurizio Serra - vi accompagnerà passo dopo passo.


Taffo Onoranze Funebri

«I funerali non sono tutti uguali», parola di Taffo

Una serie di servizi esclusivi: dalla consulenza legale, alla rateizzazione del rito funebre. A Roma, da Taffo, il cliente viene accolto con grande sensibilità. L'ultima frontiera del funeral service? La diamantificazione delle ceneri.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Muoversi a Roma