Inquilini palazzo, rischio altri crolli

Finché stabile è sotto sequestro non si può mettere in sicurezza

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - E' una corsa contro il tempo a Roma per evitare il rischio che nel palazzo sul Lungotevere Flaminio vi siano altri crolli, sotto il peso dei detriti dei tre piani crollati su quelli sottostanti, specie in caso di pioggia. Non si potrà pero' procedere alla rimozione delle macerie e alla messa in sicurezza - che sarà a carico dei condomini - finché lo stabile è sotto sequestro per le indagini. "Comprendo le preoccupazioni degli inquilini, perché se è giusto che non si tocchi nulla per consentire le indagini, è anche vero che, con il peso delle macerie lasciate lì e l'eventualità che piova, potrebbe aumentare il rischio di ulteriori crolli. Mi faccio portavoce della richiesta alle autorità competenti di fare le verifiche il prima possibile per ridurre questi rischi", afferma Giuseppe Gerace, presidente del II municipio. Il minisindaco fa suoi i timori già espressi da diversi condomini dello stabile e dallo stesso amministratore del palazzo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Allart Center: la fiera permanente dei serramenti

Porte, finestre, infissi, elementi di arredo su misura, interni ed esterni: lo showroom di Roma è un’esposizione work in progress dei migliori brand


null

Alternatyva compie 10 anni e scommette sulla fibra ottica

L'azienda romana prepara offerte convergenti fisso-mobile Marco Carboni (CEO) “AlternatYva sta investendo in fibra ottica: non abbiamo aspettato Telecom Italia 10 anni fa e non aspetteremo Enel adesso”.


Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma