Xnext, radiografia a contaminanti cibo

Da start up 8 milioni per macchina raggi X, pronta a espandersi

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 5 NOV - Identificare contaminanti e difetti nei prodotti industriali, dall'alimentare al farmaceutico, e dare così un contributo alla sicurezza dei consumatori. E' quel che fa XSpectra, macchina a raggi X messa a punto da Xnext, nella quale la società, fondata da due ingegneri nucleari, ha investito oltre 8 milioni dalla sua nascita nel 2014 come start up con la collaborazione del Politecnico di Milano. La tecnologia, che sfrutta 1024 livelli energia per fare una radiografia più sofisticata di quella degli scanner tradizionali funzionanti con due soli livelli di energia, è applicabile anche alla raccolta differenziata dei rifiuti e ai controlli di sicurezza negli aeroporti e negli stadi. "Oltre ad avere già importanti clienti e pianificato un notevole ampliamento dell'organico, a breve ci sposteremo nella nuova sede di 1.500 mq dotata di ampi uffici e attrezzati laboratori per lo studio e la realizzazione delle macchine", segnala Bruno Garavelli Ceo e Co-founder di Xnext.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: