Il tessile 4.0 si incontra nel comasco

A Cernobbio il punto su digitalizzazione in attesa di Sps Italia

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 01 FEB - Le politiche aziendali di innovazione sono ormai una scelta essenziale da realizzare se si vuole restare competitivi in un mercato, e un'Industria 4.0, in forte e veloce trasformazione. Per questo motivo, la collaborazione tra fornitori di tecnologia e manifatturiero è indispensabile. E' il messaggio che arriva dalla filiera del tessile italiana riunita a Cernobbio per la tavola rotonda dedicata all'evoluzione digitale nel settore, organizzata a Villa Erba da Messe Frankfurt Italia, in collaborazione con Acimit e Texclubtec, nell'ambito del percorso di avvicinamento a Sps Italia 2019. Gli esperti del settore sono tutti d'accordo nel sostenere che "la collaborazione tra fornitori di tecnologia e manifatturiero è indispensabile per cogliere sfide e opportunità". Tuttavia, sviluppare l'innovazione non risulta "sempre facile per via delle necessarie competenze interne e degli investimenti richiesti". Per il presidente di Acimit (Associazione costruttori italiani di macchinari per l'industria tessile), Alessandro Zucchi, "l'industria tessile a livello mondiale è interessata da una profonda trasformazione digitale. Il contributo che la tecnologia italiana può dare in questo processo è fondamentale grazie all'impegno che i costruttori italiani di macchine tessili stanno profondendo nell'implementare le tecnologie di Industria 4.0". La costruzione di una smart factory e il miglioramento della produzione attraverso la manutenzione predittiva, accompagnati dagli aspetti collegati alla sicurezza, al trattamento dei dati aziendali, e al Cloud: questi i temi al centro del dibattito.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: