Valvason (Api), non pesa su occupazione

Per pmi sarà opportunità, per grandi imprese può portare tagli

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 07 FEB - Con l'arrivo della quarta rivoluzione industriale "non vediamo ricadute negative sull'occupazione nelle piccole imprese. Anzi, sarà un'opportunità per i giovani, in quanto l'imprenditore medio (over 40) avrà bisogno di competenze fresche e veloci che capiscano le opportunità delle tecnologie digitali". È quanto sostiene il direttore generale dell'Api, l'associazione delle piccole e medie industrie, Stefano Valvason, aggiungendo che altro discorso va fatto per la grande impresa, in cui "queste tecnologie portano efficienze ma anche tagli. E sarebbe ingenuo non dirlo". Se sul fronte dei livelli occupazionali l'Api, che rappresenta imprese con 20 dipendenti in media, non teme ripercussioni, riscontra invece "una carenza di competenze, in particolare una difficoltà per gli over 60. Per questo siamo molto soddisfatti che il governo abbia introdotto incentivi anche per la formazione, come noi chiedevamo", aggiunge Valvason, intervistato dall'ANSA, in occasione di 'Inter city 4.0', un viaggio nella quarta rivoluzione industriale, organizzato da Città metropolitana di Milano e da Laboratorio Industry 4.0. Altro capitolo riguarda l'iperammortamento previsto dal piano nazionale Industria 4.0 del governo. "Gli imprenditori sono ingolositi da un'agevolazione importantissima ed eccezionale, che va nella giusta direzione, perché gli investimenti tecnologici sono quelli di cui c'è bisogno per essere competitivi", afferma Valvason, precisando però che l'incentivo automatico "richiede alle imprese un grado troppo elevatoßdi consapevolezza e maturità che oggi manca". L'Associazione infatti si è attivata "per aiutare le imprese a capire se il loro investimento va nella giusta direzione" e risponde alla normativa, in quanto, per ottenere l'incentivo, il macchinario deve avere una serie di prerequisiti tecnici. Altrimenti si incorre in una sanzione.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: