Nuove tecnologie per falegnami 'smart'

Wuerth Italia rende i falegnami 'smart'

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 06 NOV - "Salvaguardare l'artigianato italiano e il mondo del mobile, che è un'eccellenza del Made in Italy", dando la possibilità "ai falegnami e agli arredatori di presentarsi al cliente finale in modo moderno, emozionale e innovativo, per combattere il mondo della grande distribuzione": Con questo obiettivo, Wuerth Italia, società italiana della multinazionale tedesca Wuerth, ha deciso di affidarsi ad una azienda pugliese, Hevolus, leader nelle tecnologie avanzate per l'industria dell'arredamento, sviluppando 'Wudesto Concept', una soluzione virtuale per arredare la propria abitazione.

"Abbiamo creato un palcoscenico dove il cliente, insieme al falegname o all'arredatore, può co-progettare il suo arredamento, visualizzandolo in dimensioni reali in 3D, con la possibilità di modificare costantemente il progetto, sia in termini di forme che di colori", spiega Piazza, sottolineando che "questo dà valore aggiunto rispetto all'arredo standard della grande distribuzione". Ad oggi questa soluzione è utilizzata da 450 artigiani del legno in Italia, ma "l'obiettivo è di arrivare a oltre 2.000". Wudesto, che si è aggiudicata il premio Innovazione Smau 2017, prevede, in particolare, la realizzazione di uno showroom virtuale composto da una sala cinematografica ad alta tecnologia per la proiezione del rendering virtuale 3D a grandezza naturale preparato dagli architetti, una volta scelti i mobili e le misure. Per quanto riguarda l'Industria 4.0, Piazza evidenzia che "l'attenzione in questo momento è molto alta. Non solo per il discorso del vantaggio fiscale, ma perché c'è in atto un processo di ammodernamento dei processi produttivi di approvvigionamento molto forte". Rispetto al contesto internazionale, in particolare alla Germania, "siamo ancora qualche anno indietro, ma c'è un bel percorso di allineamento e avvicinamento che richiederà 5 o 6 anni. Almeno mentalmente il processo è partito".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA