Giovani di Confindustria, ora cementare la riforma

Implementare il più possibile quelle su scuola e università

Redazione ANSA FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 03 NOV - Per lo sviluppo di Industria 4.0 "nel breve e medio termine c'è una cosa da fare: non toccare le riforme che sono state fatte". Lo ha affermato Alessio Rossi, presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, a margine di un convegno della Fondazione Cesifin a Firenze.

Le riforme, per Rossi, "vanno cementate, vanno rifinanziate come sembra nella legge di bilancio attuale, che rifinanzia il piano per l'Industria 4.0, e ancor di più la formazione relativa a Industria 4.0 per tutto il personale per far sì che anche gli ultimi populisti smettano di dire che con l'Industria 4.0 e con l'innovazione si perderanno posti di lavoro. Non sarà così, si trasformeranno le competenze del nostro personale". Secondo il leader dei giovani confindustriali bisogna "andare avanti" con le riforme, "implementando possibilmente quelle sulla scuola, sull'università che sono state fatte che attraverso l'alternanza scuola-lavoro, unita a una formazione 4.0 per i dipendenti". Dunque, per Rossi, "va bene la riforma del Jobs Act e tutti gli incentivi fiscali alle neo assunzioni dei giovani. Questo non si deve assolutamente toccare".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA