Paradosso Stenson, vice campione olimpico senza caddie

Lo svedese si separa da Vail. In prova l'ex collaboratrice di Faldo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 MAR - Tra i protagonisti del successo europeo nell'ultima Ryder Cup di Parigi, Henrik Stenson è ancora alla ricerca di un nuovo caddie. Non un semplice "porta bastoni", ma una figura sempre più decisiva per i big mondiali ed europei soprattutto dopo l'introduzione, dal primo gennaio 2019, del nuovo regolamento. E' durata appena sei eventi la collaborazione del vicecampione olimpico (a Rio de Janeiro 2016) con Scott Vail, uno dei veterani del mestiere. "Dopo il WGC Mexico - l'annuncio di Stenson - abbiamo deciso di separarci. Nessuno dei due si sentiva adatto all'altro". All'Arnold Palmer Invitational, torneo del PGA Tour al via in Florida, lo svedese ritroverà al suo fianco Fanny Sunesson, ex giocatrice svedese con cui ha lavorato per cinque anni. Già al fianco di Nick Faldo negli anni Novanta (con cui ha vinto quattro Major), la Sunesson s'è ritirata nel 2012. Dal 2018 è diventata coach e consulente a tempo pieno, seguendo l'australiano Adam Scott nell'Open Championship 2018 vinto da Francesco Molinari. Ad Orlando col connazionale Stenson, chissà che la Sunesson non possa diventare a tutti gli effetti il nuovo caddie dell'argento olimpico in carica. Con il quarantaduenne di Göteborg che non ha ancora preso alcuna decisione in merito.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: