Open d'Italia, Pulkkanen ruba la scena ai big

Molinari parte piano poi accelera

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 10 OTT - Tapio Pulkkanen con 64 (-7) colpi guida il leaderbord del 76° Open d'Italia, quinta tappa 2019 delle Rolex Series European Tour. All'Olgiata Golf Club di Roma il player finlandese è la sorpresa del primo giorno di gare e precede in classifica lo slovacco Rory Sabbatini, secondo con 65 (-6). Partenza in salita per Francesco Molinari, solo 54/o (71, par) al fianco, tra gli altri, di Renato Paratore e Matteo Manassero. Tra i campionissimi in gara brilla la stella di Justin Rose. Il britannico, ex numero uno al mondo e campione olimpico ai Giochi di Rio 2016, è 3/o (66, -5) a soli due colpi dalla vetta. Delude Shane Lowry, vincitore dell'Open Championship 2019, 72/o (72, +1). Mentre Andrea Pavan e Francesco Laporta, entrambi 20/i con 69 (-2), sono stati fin qui i migliori tra i 13 azzurri sul green.

 - 

 E' Tapio Pulkkanen la grande sorpresa della prima giornata del 76° Open d'Italia. All'Olgiata Golf Club di Roma il 29enne finlandese, celebre per indossare sempre sul green un cappello da pescatore, è attualmente al comando della classifica grazie a una prova bogey free chiusa in 64 (-7) colpi e caratterizzata da 7 birdie. Si tratta dello score più basso mai realizzato in carriera sull'European Tour dal player di Kotka. Trecentocinquantatresimo nel ranking mondiale, con zero successi sul massimo circuito continentale, Pulkkanen - professionista dal 2013 - ha rubato la scena ai big internazionali nel quinto evento 2019 delle Rolex Series.

  - 

 Una partenza col freno a mano tirato, poi la reazione in attesa della scossa. Inizio dai due volti per Francesco Molinari che, nella prima parte di gara del round d'apertura del 76° Open d'Italia, è costretto a rincorrere. All'Olgiata Golf Club di Roma due bogey e un birdie per il campione azzurro dopo nove buche giocate. Nella Capitale comincia alla grande il finlandese Tapio Pulkkanen, tra le sorprese di questo avvio. Buono il ritmo dell'irlandese Shane Lowry, vincitore dell'Open Championship 2019, che gioca le prime due manche del quinto appuntamento 2019 delle Rolex Series European Tour al fianco di "Chicco" Molinari e del britannico Matt Wallace. Attesa per l'esordio di Justin Rose, che torna all'Olgiata 17 anni dopo l'ultima volta. Ex numero 1 mondiale (ora quinto nel ranking), il campione olimpico di Rio 2016 è tra i grandi favoriti al titolo. 

   - 

Francesco Molinari chiude il round d'apertura dell'Open d'Italia con un birdie (realizzato alla buca 9) da fuori green che fa esplodere di gioia il pubblico dell'Olgiata Golf Club di Roma. Dopo un avvio di gara in salita l'azzurro recupera ma è costretto a rincorrere. Prova in perfetto par per il re della Race to Dubai, che sperava certamente in qualcosa di più. "Il putt finale - le dichiarazioni di 'Chicco' Molinari - serve per il morale. E' stata una giornata in chiaroscuro, per via di un campo tosto che non perdona e non ammette errori. Dopo un inizio difficile era importante non mollare. Domani dovrò dare il massimo".

    - 

Il primo derby tra i fratelli Molinari all'Olgiata Golf Club di Roma va a Edoardo che, con un parziale di 70 (-1) colpi, al termine del primo round dell'Open d'Italia s'è piazzato davanti a Francesco, autore di uno score chiuso in 71 (par).
Con "Chicco" neanche "Dodo" Molinari s'è però detto soddisfatto per il primo giorno di gara. "Avrei potuto fare meglio - le parole del 38enne torinese - sono mancato col mio colpo migliore, il putt. Ne ho sbagliati troppi ed è un peccato. Sento di essere tornato a esprimere un gioco che non facevo vedere dal 2010, ma per festeggiare una nuova vittoria, che sento essere vicina, devo evitare certi errori".

  - 

Il 76° Open d'Italia è iniziato con un'accoglienza da big per Francesco Molinari. All'Olgiata Golf Club di Roma l'azzurro alle 8:30 del mattino ha iniziato la rincorsa verso il sogno triplete. Tanti gli applausi riservati al campione della Race to Dubai 2018, accolto sul tee della 10 anche dai genitori, che poco dopo hanno assistito pure all'avvio di gara dell'altro figlio, Edoardo. Pantalone nero, polo grigia e cappello bianco, "Chicco" Molinari concentratissimo ha rivolto un occhiolino d'intesa al papà per poi scagliare il primo tee shot. Il tutto davanti agli occhi, tra gli altri, di Andrea Pirlo e Simone Pepe che, dopo il secondo posto nella Rolex Pro-Am di ieri, sono rimasti nel circolo capitolino per seguire le prodezze degli azzurri. L'avvio del campione torinese non è stato però dei migliori, alla prima buca subito un bogey per "Laser Frankie", da riscattare in fretta.

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: