Mickelson campione in crisi

Lo sfogo del californiano: "I mesi più difficili della carriera"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - "Ho vissuto i 4-5 mesi più difficili della mia carriera, adesso ho bisogno di una pausa". Con il 48/o posto nel BMW Championship (secondo dei tre eventi post-season del PGA Tour) s'è conclusa la deludente stagione di Phil Mickelson sul massimo circuito americano. Dopo il successo nell'AT&T Pebble Beach dello scorso febbraio, il campione californiano ha inanellato una serie di risultati al di sotto delle attese che non gli hanno permesso di entrare nella Top 30 dei migliori giocatori che, ad Atlanta (22-25 agosto), si contenderanno i 15 milioni di dollari destinati al vincitore della FedEx Cup 2019. Certamente deluso, il mancino di San Diego - evacuato ieri dall'albergo in fiamme a Medinah, nell'Illinois, e arrivato in campo solo 40 minuti prima dell'inizio della gara - ha spiegato di aver bisogno di ricaricare le pile. "In quest'ultimo periodo - l'ammissione - ho giocato in maniera orribile. Non vedo l'ora di tornare sui miei livelli". Mickelson avrà più di un mese di pausa e dovrebbe tornare sul green nel Safeway Open (26-29 settembre).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: