L'European Tour contro il gioco lento

Tecnologia, penalità e multe: dal 2020 green volta pagina

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 AGO - L'European Tour scende in campo per combattere il gioco lento. Un nuovo sistema di cronometraggio introdotto già da settembre a partire dal BMW PGA Championship. Quindi modifiche e normative volte a cambiare mentalità ai giocatori. E, ancora: penalità e multe salate a chi infrangerà le regole. Il massimo circuito europeo fa sul serio ed è pronta a sorvegliare e punire i player lumaca. Un piano in quattro punti - quello svelato dal massimo circuito europeo - che prevede cambiamenti e novità attuabili dall'inizio del 2020 eccezion fatta per il "Pace to Play", meccanismo di cronometraggio che fornirà agli arbitri tempi precisi dopo ogni buca giocata. E partirà appunto da Wentworth, dove Francesco Molinari difenderà il titolo conquistato nel 2018.
    Da un Molinari all'altro. Perché fu proprio Edoardo, fratello di "Chicco", a denunciare, nei mesi scorsi, su twitter, la lentezza del golf. "E' ora che il golf professionistico - la richiesta - faccia qualcosa per combattere il gioco lento". E ora la risposta dell'European Tour che, attraverso l'amministratore delegato Keith Pelley, ha dichiarato di "essere pronto a schierarsi in prima linea per affrontare un problema serio e non più rinviabile".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: