Ryder Cup 2022, arrivano le quote rosa

Lolli Ghetti, vicepresidente FIG: "Presto Open Italia femminile"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 APR - Il Coni ha deciso, dal prossimo mandato tutti i consigli federali dovranno essere ricoperti almeno da un 30% di componente femminile. Dopo la politica anche nello sport arrivano dunque le cosiddette "quote rosa". "Una grande svolta ma non per la Federgolf che ha sempre creduto nelle donne. La mia figura ne è la dimostrazione più lampante.
    In vista della Ryder Cup 2022 Cerchiamo un'icona che possa essere da esempio per le generazioni presenti e future". Maria Amelia Lolli (figlia d'arte, il papà Glauco - armatore e dirigente sportivo - fu nominato Cavaliere del Lavoro nel 1973) dal novembre 2016 ricopre la carica di vicepresidente della Federgolf. Alle ultime elezioni è stata la candidata che ha ricevuto più voti (1.351). "Un vero onore - rivela - ma in passato il consiglio federale Fig è stato rappresentato già da altre 3 consigliere". Un cambiamento epocale quello che presto investirà il mondo dello sport. Necessario. "Perché d'altronde - sottolinea la Lolli Ghetti - noi donne siamo concrete e possiamo assolutamente condividere tutto con i maschi". La parità di genere appare dunque essenziale per mettere fine a una disuguaglianza che dura ormai da troppo tempo. In tutte le principali discipline sportive le donne fino ad oggi sono rimaste ai margini. Dal calcio al tennis passando per il basket il nuoto e la pallavolo. "Era ora", il verdetto della Lolli Ghetti. "Ho lavorato all'interno della Marina Mercantile avendo a che fare con molti uomini. Mi sono trovata sempre bene. Basta con queste disuguaglianze. L'indifferenza che investe il golf al femminile è una cosa che mi fa uscire di testa. In Italia solo il 23% dei tesserati appartiene al gentil sesso. E il progetto Ryder Cup 2022 deve servire a creare un'inversione di tendenza.
    I presupposti ci sono tutti e presto ci saranno novità". Un appello anche agli organi d'informazione: "Questo è uno sport che ben si addice anche al gentil sesso. Il golf è donna, il golf è rosa". Poi l'annuncio a sorpresa: "L'Open d'Italia maschile sta riscuotendo sempre più consensi, stiamo lavorano anche per un ritorno dell'Open al femminile. Le proette italiane sono bravissime e invidiate dalle migliori università americane.
    Ma il vento sta cambiando e la Federgolf, insieme a diversi atenei del Paese, sta cercando soluzioni per organizzare al meglio questi nuovi talenti. Cerchiamo un'icona che possa essere da esempio. Abbiamo tante brave giocatrici e senza far torti a nessuna vorrei citarne una in particolare: Charlotte Cattaneo (14enne di Monza che la scorsa estate ha trionfato nell'English Girls Under 14 Open Amateur Championship). Sotto la supervisione di Gian Paolo Montali e insieme alla bravissima Stella Coppi (ex giocatrice di golf e figlia dell'ex sciatore Gaetano Coppi, per anni presidente della Federazione italiana sport invernali), membro del Comitato organizzatore per il progetto Ryder Cup 2022, stiamo lavorando per realizzare qualcosa d'importante". Federica Pellegrini nel nuoto, Soffia Goggia nello sci, Arianna Fontana nel pattinaggio, Valentina Vezzali nella scherma e Tania Di Mario nella pallanuoto. Anche il golf italiano è alla ricerca di una figura che possa essere da esempio sul green e fuori dal green. Per superare le barriere di uno sport "non solo maschile, da svecchiare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: