Golf: Australian PGA, vittoria al fotofinish per Smith

Sfida Aussie decisa ai play-off. Zunic secondo, Garcia crolla

Redazione ANSA ROMA

Il derby tra atleti Aussie s'è deciso soltanto al play-off, con Cameron Smith che ha avuto la meglio sul connazionale Jordan Zunic e s'è aggiudicato l'Australian PGA Championship. Sul percorso del Gold Coast a Queensland trionfa il 24enne di Brisbane che chiude il torneo con 270 (-8) colpi ed esulta. Terza posizione per Adam Bland, ad una sola lunghezza dalla vetta. Quarta per un'altra coppia australiana composta da David Bransdon e Marc Leishman (-14). Nell'ultimo giro del torneo organizzato da European Tour e PGA Tour of Australasia, crolla Sergio Garcia. Lo spagnolo, alla vigilia favoritissimo alla vittoria finale, chiude 24/o una prova disastrosa. Certamente al di sotto delle attese. Il campione Masters ha terminato la gara con 282 (67 71 70 74, -6) colpi, lontanissimo dalle posizioni che contano. Un'opportunità persa per l'iberico, che non ha sfruttato l'occasione di guadagnare punti fondamentali nella corsa alla Race to Dubai 2018. Una vittoria in Australia avrebbe permesso al "Nino", professionista dal 1999, di prendere un largo vantaggio sugli avversari più temibili (Fleetwood e Rose su tutti), impegnati nell'Hero Challenge alle Bahamas al fianco di Woods. Niente da fare per Garcia, cui non resta altro che recriminare. Dopo un buon inizio di torneo il 37enne di Borriol s'è spento ed ha cominciato a perdere terreno. Nulla di fatto pure per Harold Varner III. Lo statunitense ha provato in ogni modo a difendere il titolo conquistato lo scorso anno ma s'è dovuto arrendere. Solo un 6/o posto per lui. Mentre Wade Ormsby, fresco vincitore dell'Ubs Hong Kong Open, s'è piazzato 9/o. Successo brillante per Smith, che conquista forse il torneo più importante della sua carriera. Nel suo palmares anche un ottimo 4/o posto agli US Open 2015. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA