Guida a tesori Roma per fedeli e turisti

Fisichella e Paolucci presentano ai Musei Vaticani volume Repubblica

Uno strumento utile a orientarsi tra i percorsi della fede, i migliori ristoranti della città, le trattorie, le pizzerie e le materie prime che caratterizzano una cucina con solide radici nelle bellezze della Città Eterna. E' la guida "Roma e il Giubileo. Guida ai tesori della città", edita da La Repubblica che questa mattina è stata presentata nella sala conferenze dei Musei Vaticani dal direttore dei Musei, Antonio Paolucci, e da mons. Rino Fisichella, presidente del pontificio consiglio della Nuova evangelizzazione e 'regista' del Giubileo della Misericordia inaugurato nel dicembre scorso da papa Francesco con l'apertura delle porte sante.

"Una guida per i pellegrini, apprezzabile come questa - ha spiegato mons. Fisichella -, è significativa a suo modo. Se guardiamo all'epoca dei grandi giubilei del '300 rintracciamo non delle vere e proprie guide ma delle cronache che nel raccontare quale era lo stato di Roma, uno stato che versava in un degrado copioso, fornivano anche informazioni su appena 6 locande e 20 ospizi che erano punti di riferimento per i pellegrini". "Roma - ha aggiunto - è comunque un museo aperto, ricco di bellezza in ogni suo angolo e noi sentiamo la responsabilità di trasmettere questa cultura dopo di noi". Paolucci da parte sua ha sottolineato come la guida vada letta anche per la sua capacità di non centrarsi esclusivamente su Roma ma ampliando lo sguardo anche a quei beni culturali e ambientali che la circondano, da Civita di Bagnoregio, a Todi ad Assisi". "Certo - ha aggiunto - la specificità con i Vaticani e il motivo per cui presentiamo la guida qui è che è in questo museo accade qualcosa di straordinario: il turista venuto dal Cile, o dalle Filippine, che entra in questo luogo per la prima volta che cosa capisce? Comprende l'attenzione millenaria della Chiesa di Roma per tutte le espressioni artistiche dell'umanità".

La guida segnala le strade della fede, 650 ristoranti, 107 pizzerie, 387 botteghe del gusto, 122 street food e ancora mercati rionali, dormire nei monasteri e propone ricette degli chef, aromi e spezie della città. Presentandola, il curatore di Repubblica, Giuseppe Cerasa ha raccontato anche un aneddoto riguardo a quando ha consegnato copia della guida a papa Francesco. "Mi ha detto - ha raccontato - di salutargli il nostro fondatore Eugenio Scalfari e di fargli gli auguri perché stava per compiere 93 anni. Quando ha riferito le parole del Pontefice a Scalfari, mi ha subito corretto dicendo: ma io ne compio 92!".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA