Papa: giovani costretti mendicare lavoro

Sfruttare ragazze è un crimine, 'chiedo perdono per cattolici'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 19 MAR - "Mi sembra che siamo circondati da una cultura che, se da una parte idolatra la giovinezza cercando di non farla passare mai, dall'altra esclude tanti giovani dall'essere protagonisti". "Spesso siete emarginati dalla vita pubblica ordinaria e vi trovate a mendicare occupazioni che non vi garantiscono un domani". Lo ha detto il Papa nell'incontro con trecento giovani in vista del Sinodo dei vescovi. La mancanza di lavoro per i giovani "è un peccato sociale, la società è responsabile di questo", ha aggiunto il Papa sottolineando che un giovane senza lavoro si deprime, si suicida o si arruola nell'Isis. Papa Francesco ha anche chiesto perdono "per tutti cattolici" che cercano il sesso con le ragazze sfruttate in strada, vittime di tratta. "Chi fa questo è un criminale. Questo non è fare all'amore, questo è torturare una donna, non confondiamo i termini".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA