S.Gabriele, raduno moto con vescovo-biker

Attesi centinaia di centauri. Gara di solidarietà per il Borneo

Domenica prossimo, 12 giugno, centinaia di motociclisti da varie parti d'Italia arriveranno al santuario di San Gabriele (Teramo) per la festa del motociclista nel segno della solidarietà per il Borneo (Indonesia). E in testa a tutti, in sella a una fiammante moto, ci sarà il vescovo passionista Giulio Mencuccini, 70 anni, originario di Fossacesia (Chieti), missionario in Indonesia da quarant'anni e responsabile della diocesi di Sanggau (Borneo occidentale). Per il vescovo andare in moto non è una novità, dato che per lui, che vive tra le foreste del Borneo, la moto è il mezzo di trasporto normale per annunciare il vangelo. Il vescovo Mencuccini organizza spesso tali incontri per sensibilizzare in particolare i giovani che amano la motocicletta a condividere con i più poveri la loro passione per le moto. Tutti i raduni da lui organizzati da vari anni hanno sempre lo scopo della solidarietà verso i poveri della sua diocesi nel Borneo, una diocesi in piena espansione, con decine di migliaia di cattolici, ma bisognosa di strutture quali chiese, scuole, asili, ospedali. Scopo del raduno è anche quello di raccogliere i fondi per costruire un asilo polivalente nella sua diocesi. Al termine della messa ci sarà anche una preghiera speciale per tutti i motociclisti che hanno lasciato la vita sull'asfalto. Il momento di preghiera sarà preceduto da un minuto di silenzio e dal rintocco del campanone di San Gabriele. La festa del motociclista prevede il seguente programma: ore 9, raduno dei motociclisti presso il piazzale del Santuario; ore 10, giro turistico verso Castelli, centro internazionale della ceramica; ore 12, Santuario S.Gabriele, messa celebrata dal vescovo motociclista Giulio Mencuccini, preghiera e ricordo dei centauri deceduti, benedizione e Giubileo dei motociclisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: