Ryzen, Vega, Xbox One X, Ataribox: dai PC alle console, presente e futuro di AMD

Con i propri componenti che costituiscono il cuore di due delle console principali attualmente sul mercato, Xbox One e PlayStation 4, AMD (NASDAQ:AMD) è un nome di primo piano anche nel settore dei videogiochi. Abbiamo parlato con Gabriele Rentocchini, Consumer Senior Sales manager per il Sud Europa, a proposito del crescente coinvolgimento dell’azienda nel settore console e dei prossimi progetti nella componentistica PC. “Con l’architettura Vega nel mondo delle GPU e con la Zen nella CPU, abbiamo portato a compimento la revisione totale della nostra gamma di prodotti, iniziata qualche anno fa e che nel 2017 ha dato i suoi frutti”, spiega Rentocchini. “Lavorare a stretto contatto in questi anni con Sony e Microsoft ci ha permesso di comprendere appieno come realizzare un prodotto dall’inizio alla fine, e in parte di rivoluzionare l’azienda. Il nostro lavoro nel settore console è stato fondamentale per la nostra crescita. Nel mondo dei processori grafici, il nostro lavoro con Apple è stata un’altra fonte considerevole di know how”.

Nel settore della componentistica per gaming su computer Windows, AMD ha deciso di rilanciarsi in modo ancora più aggressivo con le CPU Ryzen e le nuove GPU Vega: “Con i processori Ryzen c’è stato un cambiamento notevole di prestazioni che ha stupito i nostri partner e i clienti, portandoci a raggiungere circa il 40 per cento di share nei maggiori rivenditori online mondiali. Nel frattempo AMD è tornata anche a produrre chip server, con la linea Epyc. “Si tratta di un settore che ci apre nuove prospettive, e nel quale mancavamo da tempo. Così come quello dei computer portatili per videogiocare, che includono prodotti innovativi e per videogiocatori esperti ed esigenti. Il mercato richiede sempre di più computer portatili che siano all’altezza dei desktop”.

Presente e futuro: AMD ha realizzato i componenti per Xbox One X, ma sarà anche tra i partner di Atari nel lancio della nuova Ataribox nel 2018.

Nel settore console, il lancio recente più importante che abbia visto il coinvolgimento di AMD è stato quello di Xbox One X. La console di Microsoft distribuita quest’anno è basata su una GPU dedicata di AMD, così come la CPU, un 8-core custom a 2.3GHz. Nonostante lo scatto dell’azienda verso un sistema console all’altezza di PC performanti, secondo Rentocchini la differenza tra i due mercati è ancora netta. “C’è sicuramente un avvicinamento tra console e computer, ma non una convergenza assoluta. Il mercato PC rimane appannaggio di giocatori appassionati di tecnologia e componentistica, e inoltre dalla parte dei computer c’è il fitto pubblico dei giochi online e degli eSports. Su console, d’altro canto, si è creata una scelta di varie possibilità che accontentano il casual gamer come il giocatore più esigente, che non rinunciare alle performance pur con la comodità e l’immediatezza di una console da casa”.

Per il 2018, AMD affronterà una sfida molto interessante fornendo la CPU per Ataribox, la nuova console da casa dell’azienda storica del VCS 2600 (che nel frattempo ha cambiato identità più volte). “La tecnologia che stiamo mettendo a disposizione è estremamente flessibile. Questo per soddisfare le richieste di Atari, che con questa console vuole proporre qualcosa di molto particolare, anche grazie alla modularità delle nostre architetture”.

Post correlati