Milan Games Week: intervista con il Lead di Xbox per l’Area Mediterranea, Cédric Mimouni

Milan Games Week: intervista con il Lead di Xbox per l’Area Mediterranea, Cédric Mimouni

L’annata di Xbox è stata ed è cruciale nella storia della piattaforma gaming di Microsoft (NASDAQ:MSFT): il lancio di Game Pass ha cambiato le carte in tavola per la distribuzione dei videogiochi, e sembra ci sia la giusta attenzione per le esclusive che nei prossimi mesi affolleranno il parco titoli della macchina. Non solo: Microsoft ha anche annunciato di essere al lavoro sulla prossima generazione di console, con la quale in molti dicono debutterà hardware pensato esclusivamente per lo streaming. Per capire dove sta andando l’industria delle console e quale ruolo giocherà Microsoft abbiamo incontrato Cédric Mimouni, responsabile di Xbox per l’Area Mediterranea, presente all’apertura di Milan Games Week.

Oggi parte Milan Games Week, e Xbox conferma la sua presenza all’evento in modo corposo. Ci saranno delle esclusive per il pubblico italiano?
A Milan Games Week portiamo l’esperienza di Forza Horizon 4, appena uscito, che è possibile anche provare in una versione con cockpit, oltre alla possibilità di osservare da vicino la nuova generazione della vettura sportiva più venduta al mondo, la Ford Mustang. In Italia mostreremo per la prima volta in assoluto Ori and the Will of the Wisps, un platformer molto particolare che è il sequel di Ori and the Blind Forest, sviluppato da Moon Studios e pubblicato da Microsoft Studios. Inoltre saremo presenti con un booth Mixer, che offrirà un live streaming di tre giorni sul canale Xbox IT, per permettere a tutti di vivere l’esperienza Xbox a Milan Games Week, anche da casa. Presenteremo poi le novità nel nostro servizio Xbox Game Pass, che permette di scaricare giochi da una selezione di oltre cento titoli, e sul quale sono presenti le esclusive Xbox dal day one.

Game Pass è un servizio che si aggiunge a Xbox Live Gold, per giocare online. Troppe sottoscrizioni rischiano di confondere l’utente?
Al contrario, Game Pass si è rivelato uno strumento di scoperta e arricchimento per il giocatore, che dalla libreria può recuperare e sperimentare titoli nuovi. Con Live Gold si può giocare online e sfruttare tutte le funzioni dell’infrastruttura Xbox, e Game Pass è un plus notevole che in moltissimi hanno dimostrato di apprezzare.

In USA, Microsoft sta lanciando un abbonamento all access mensile che offre Xbox One X, Live Gold e Game Pass in una sola soluzione. Arriverà anche in Italia?
Sì, il servizio Xbox All Access è in fase di test negli Stati Uniti ed è prematuro parlare del suo arrivo da noi. Si tratta di un’ulteriore possibilità per l’utente di accedere alla potenza di Xbox One X e a una vasta libreria di titoli, ed è questa la direzione che intendiamo intraprendere, ovvero rivolgerci a tutte le possibili esigenze del consumatore.

Di sicuro la strada sembra puntare verso la digitalizzazione. Il mercato dei giochi fisici è davvero destinato a sparire in fretta, possiamo aspettarci una Xbox in streaming?
Credo che il mercato digitale e quello fisico possano coesistere, uno non è sostitutivo dell’altro. Il gamer che vuole collezionare il gioco e metterlo sullo scaffale c’è e ci sarà sempre. Anche se è presto per parlare delle prossime console, di sicuro già adesso le possibilità offerte dalla distribuzione digitale sono ampiamente sfruttate dalla nostra piattaforma.

Post correlati