Google Pixel 3 e 3 XL, ecco perché saranno gli smartphone dell’anno

Google Pixel 3 e 3 XL, ecco perché saranno gli smartphone dell’anno

Il prossimo 9 ottobre Google (NASDAQ: GOOG) presenterà i suoi nuovi smartphone creati intorno ad Android P 9.0, nuovo aggiornamento di sistema. Pixel 3 e Pixel 3 XL dovranno confermare e migliorare gli aspetti che più hanno convinto l’anno scorso, fotocamera in primis, e in più dovranno cercare di spingere la linea Pixel oltre i successi non stupefacenti che ha collezionato finora. Google sembra essere intenzionata a sfondare nell’hardware, e ha deciso di fare le cose in grande con una due smartphone che potrebbero davvero distaccare la concorrenza.

Il Pixel Stand permetterà di ricaricare il telefono wireless, e quando sarà collegato il menù a schermo verrà adattato per essere utilizzato più facilmente.

Entrambi i modelli, uno da 5.5 pollici e l’altro da 6.5 con notch, e saranno basati su processore Qualcomm Snapdragon 845 SoC con 4GB RAM. La risoluzione sarà 2160 x 1080 con 440 punti per pollice. Entrambi i telefoni avranno due fotocamere da 8MP sulla parte frontale e una sola sulla parte posteriore, da 12MP. Google ha infatti perfezionato l’ottima fotocamera di Pixel 2, con apertura focale 2.2 e HDR+, che anche seswe singola dovrebbe garantire un livello qualitativo altissimo, meglio del predecessore. Google avrebbe deciso di rendere le fotocamere frontali più performanti, introducendo una tecnologia denominata “Super Selfie”.

Il processore Qualcomm di Pixel 3 sarà lo stesso di Pocophone F1 e Galaxy Note 9, tra gli altri.

Con le ultime tecnologie Android disponibili al day one, Pixel 3 parte già avvantaggiato rispetto alla concorrenza. Google, tuttavia, ha preso la saggia decisione di evolvere e contenere la tecnologia del telefono precedente, per affidare all’intelligenza artificiale e all’ottimizzazione del software il resto. Con una filosofia simile ad Apple, Pixel 3 è stato costruito intorno ad Android e non il contrario. Il tutto, però, ha un vantaggio decisivo rispetto alla Mela: il prezzo finale dei prodotti. Si parla di 649 dollari per l’entry level, 100 in meno di iPhone XR. Pixel 3 XL dovrebbe costarne 749, andando a competere direttamente con il nuovo smartphone colorato di Apple. In Europa, inoltre, Google potrebbe riuscire a tenere i prezzi più bassi e non sforare i 700 euro per il modello base.

Su Pixel 3 XL debutta la notch.

Post correlati