Super Smash Bros. Ultimate, la recensione

Super Smash Bros. Ultimate, la recensione

Da esperimento su Nintendo 64 a titolo di punta natalizio della console Nintendo più amata da anni, Smash Bros. ha compiuto un’evoluzione strettamente connessa a quella del suo director, Masahiro Sakurai, che tra alti e bassi ha veramente dato tutto a questa serie. Laddove il capitolo per Wii U e 3DS sembrava quasi un compito forzato, Sakurai ha fatto evolvere la sua creatura rendendola molto più che una semplice versione deluxe dell’episodio precedente, ossia quello che dovrebbe essere sulla carta.

Super Smash Bros. Ultimate per Switch, però, non è un’evoluzione di Super Smash Bros. for Wii U: si tratta piuttosto dell’evoluzione dell’intera serie, con tutti i personaggi visti finora e molti nuovi per un totale di 74. Tutte le modalità sono presenti all’appello, semplificate nel senso che tutto sembra più accessibile e divertente. Il gameplay è stato snellito, la realizzazione tecnica è impeccabile, e soprattutto sono stati introdotti gli spiriti, quasi un migliaio di potenziamenti vari che prendono le forme di altrettanti personaggi di videogiochi Nintendo e non. Inutile dire che Smash Bros. Ultimate fa del collezionismo la sua bandiera, secondo un meccanismo che tiene incollato il giocatore, che sia uno solo o in compagnia.

Indubbiamente, Smash Bros. Ultimate ha l’ossatura del gioco per Wii U, ma si tratta allo stesso tempo di un titolo con tanti di quei contenuti in più da renderlo una nuova esperienza. Non è un picchiaduro, non è un platform, non è un party game e non è un’enciclopedia Nintendo: è tutto questo e molto di più, ma fondamentalmente è il capolavoro definitivo di Masahiro Sakurai, uno dei veri maestri contemporanei dell’arte del videogioco.

Editore: Nintendo
Sviluppatore: Nintendo, Sora, Bandai Namco
Piattaforme: Switch
Prezzo: 70 euro

9.5

PRO

  • Mastodontico
  • Gameplay fluido e divertente
  • Gli Spiriti aggiungono longevità e spessore
  • Tecnicamente ineccepibile

CONTRO

  • L'online avrebbe potuto essere ancora più completo
  • Il fattore rivoluzione latita

Post correlati