Project CARS 2 per PC, Xbox One e PS4, la recensione

Project CARS 2 per PC, Xbox One e PS4, la recensione

Mentre molti hanno fallito cercando di ricreare la perfezione (o aspirante tale) dei giganti Forza o Gran Turismo, il prodotto Bandai Namco sviluppato dagli inglesi di Slighty Mad Studios si è distinto per la sua originalità sin dal primo momento. Con questo secondo capitolo, oltre all’ingresso del rally, il processo è andato avanti rendendo di fatto questo il simulatore che sin dalla prima partita garantisce più varietà e flessibilità, adattandosi alle scelte del giocatore anziché chiedergli di adeguarsi alle proprie regole.

Con 180 auto, nove discipline sportive di corsa, 29 campionati online e offline e 60 ambientazioni sin dall’inizio del gioco, senza contare gli sbloccabili e i futuri DLC, Project CARS 2 è un gioco molto ricco, che condisce la quantità con un aspetto grafico solido e assolutamente piacevole. Ciò che stupisce è tuttavia la grande personalizzazione possibile in ogni aspetto del gioco, che può da sola complicare la vita a giocatori che amano la sfida ma semplificarla a chi non vuole sottostare alla dura legge di un simulatore troppo realistico.

Editore: Bandai Namco
Sviluppatore: Slightly Mad Studios
Piattaforme: PS4 (versione testata), Xbox One, Windows
Prezzo: 69,99€ (console), 59,99€ (PC)

9

Giudizio

Project CARS 2 è un titolo generoso e curato, che poco ha da invidiare alle serie più blasonate. In questo secondo capitolo si raggiungono nuove vette di completezza e flessibilità, rendendolo adatto sia agli amanti delle simulazioni dure e pure sia ai piloti più possibilisti. Rimane qualche incertezza nel sistema di controllo se non si usa un volante compatibile, ma complessivamente siamo ai bordi dell'eccellenza.

Post correlati