Mega Man 11, la recensione

Mega Man 11, la recensione

Capcom non dimentica mai, e prima o poi torna alla sua mascotte per graziarla di un nuovo gioco di piattaforme e sparatorie in vecchio stile. Questa volta la scelta è stata di non seguire la grafica 8-bit a tutti i costi, ma anzi dare una svecchiata all’immagine dell’androide blu e dotare il gioco di un aspetto fresco e cartoon. Scelta molto apprezzabile.

Dal punto di vista delle meccaniche di gioco, nulla cambia rispetto alla classica scelta libera dei livelli fino al boss finale di ciascuno. Mega Man è questa volta dotato di una doppia arma che lascia più libertà nella strategia di gioco, aumentandone lo spessore. Quello che manca, a tratti, è un bilanciamento giusto quanto severo. Alcune sequenze sono davvero troppo ostiche per non essere stressanti.

Editore: Capcom
Sviluppatore: Capcom
Piattaforme: PS4 (versione testata), Xbox One, PC, Nintendo Switch
Prezzo: 40 euro (fisico), 30 euro (digitale)

8

PRO

  • Ottimo stile grafico
  • Stile di gioco classico ma con spessore

CONTRO

  • Forzatamente ostico

Post correlati