Go Vacation per Nintendo Switch, la recensione

Go Vacation per Nintendo Switch, la recensione

Orfano di un suo Wii Sports e mai avaro di porting da generazioni precedenti, Switch dice la sua in occasione dell’estate con l’immancabile party game sportivo. Go Vacation è un gioco sviluppato nel 2011 per Wii, nel quale bisogna esplorare l’isola di Kawawii in cerca di attività sportive. Alcune sono estreme, altre dei classici giochi da spiaggia, ma la varietà non manca. Di sicuro, non tutti i minigiochi sono allo stesso livello: si passa dal divertimento più puro a sezioni ripetitive e noiose.

Go Vacation è pensato come un sandbox, un mondo aperto da esplorare che non si limita a una lista di giochi da affrontare ma vi permette anche di personalizzare la vostra villa o fare un giro in città a scattare qualche foto. Pur essendo estremamente datato, insomma, Go Vacation è divertente e vario, altalenante nella qualità ma forte nella quantità. Di fatto, però, qualche miglioria sporadica rispetto a un gioco vecchio di sette anni non giustificano il prezzo (quasi) pieno al quale è venduto.

Editore: Nintendo
Sviluppatore: Bandai Namco
Piattaforme: Switch (card, eShop)
Prezzo: 49.99 euro

6

PRO

  • Vario
  • Ottimo in multiplayer

CONTRO

  • Visivamente molto datato
  • Prezzo troppo alto
  • Alcuni minigiochi sotto la media